Single Blog Title

This is a single blog caption

Tuttavia, questa formula non è adatta a bambini e adolescenti

Tuttavia, questa formula non è adatta a bambini e adolescenti

La SCD si basa sulla teoria che, poiché questi alimenti possono essere difficili da digerire, possono lasciare carboidrati non trasformati nel sistema digestivo, che vengono convertiti in energia e possono nutrire alcuni batteri che si trovano lì. I batteri possono quindi stimolare la produzione di acidi e sostanze tossiche che possono danneggiare l’intestino tenue e portare alla distruzione di enzimi benefici che aiutano la digestione.

È questo il caso? Non è chiaro. Sebbene l’SCD esista da quasi 20 anni, non sono stati condotti studi formali su di esso. Ciò significa che qualsiasi rapporto sul successo di un dato paziente con esso è considerato una prova aneddotica, non dura e veloce.

Alison Schneider, MD, gastroenterologo presso la Cleveland Clinic Florida a Weston, in Florida, concorda sul fatto che gli zuccheri non digeriti possono causare difficoltà ad alcune persone con colite ulcerosa. “Con tutti gli alimenti trasformati disponibili, mettiamo nel nostro corpo molti zuccheri diversi che i nostri corpi non hanno mai visto prima e potrebbero avere problemi di elaborazione”, dice. E se un paziente vuole provare la dieta specifica per carboidrati, non la scoraggia, ma suggerisce questo suggerimento per la colite ulcerosa: le persone che vogliono seguirla a lungo termine dovrebbero consultare il proprio medico per assicurarsi che stanno ottenendo i nutrienti adeguati per evitare carenze in elementi essenziali come vitamina C, acido folico e calcio.

Maria Abreu, MD, capo di gastroenterologia presso l’Università di Miami Miller School of Medicine, ha un’opinione simile. Sebbene non raccomandi specificamente la SCD, molti dei suoi pazienti lo provano. “La maggior parte ha un miglioramento a breve termine e può aiutare con gas e gonfiore, ma è a lungo termine che è il problema”, dice il dottor Abreu. “Anche la persona più dura a morire che è davvero coinvolta alla fine può ‘ t continuate così. “Quando si rinuncia ai carboidrati, non resta molto da mangiare, spiega, aggiungendo che vorrebbe avere informazioni più definitive da offrire sulla SCD. “Questa è una domanda a cui i pazienti vogliono davvero una risposta e uno studio importante dovrebbe davvero essere fatto”, dice. “Penso che sia vergognoso che non lo sia stato. “

Quanto a Scheuer, che ora ha 33 anni, è così entusiasta della dieta che ne ha scritto nel suo secondo libro, iHaveUC: Cooking for Ulcerative Colitis. “Per me, so che devo fare delle scelte in termini di funzionamento nel mondo”, dice Scheuer. “Ad esempio, se c’è una festa del Super Bowl e le persone stanno preparando hot dog, pizze e birra e stanno impazzendo, Non ho molte opzioni in termini di cibo. Devo compensare, ma per me è un piccolo prezzo da pagare. “

Iscriviti alla nostra Newsletter sulla salute dell’apparato digerente!

Le ultime novità in fatto di salute dell’apparato digerente

Il legame tra il tuo microbioma intestinale e la tua salute

Scopri questo campo di studio emergente e quali misure puoi intraprendere per mantenere equilibrato il tuo microbioma intestinale.

Di Erica Patino, 10 giugno 2020

9 segni di un intestino malsano e cosa puoi fare al riguardo

Una volta identificato cosa cercare, puoi elaborare un piano per rimettere in sesto il tuo istinto.

Di Erica Patino, 10 giugno 2020

I probiotici non sono consigliati per la maggior parte delle condizioni digestive, affermano le nuove linee guida

Nelle nuove linee guida, l’American Gastroenterological Association afferma che non ci sono prove concrete che i probiotici possano trattare condizioni come il morbo di Crohn. . .

Di Lisa Rapaport, 10 giugno 2020

L’esposizione a sostanze chimiche tossiche nei giovani è legata alla celiachia, suggerisce un piccolo studio

Le cosiddette sostanze chimiche che alterano il sistema endocrino che si trovano in prodotti come pesticidi, pentole antiaderenti e ritardanti di fiamma utilizzati su vestiti e tappezzeria. . .

Di Lisa Rapaport, 21 maggio 2020

Il trapianto fecale può aiutare alcuni infettati da batteri resistenti agli antibiotici

Gli esperti avvertono che sono necessarie ulteriori ricerche per testare l’efficacia di questo approccio alternativo all’assistenza.

Di Linda Thrasybule, 20 maggio 2020

8 modi in cui i probiotici possono aumentare la salute dell’apparato digerente

Gli alimenti e gli integratori probiotici possono aiutare ad alleviare una serie di problemi digestivi. Scopri cosa c’è di bello in questo “batteri buoni. “

Di Erica Patino, 12 maggio 2020

L’aceto di sidro di mele può aiutare a curare il Crohn?

Non ci sono prove di alcun effetto terapeutico sull’IBD negli esseri umani, ma in teoria l’aceto di sidro di mele potrebbe essere utile.

Di Quinn Phillips, 21 gennaio 2020

Zantac ha tirato fuori dagli scaffali della farmacia per timori di cancerogeni

Sebbene i farmaci contenenti ranitidina non siano stati ritirati, i negozi stanno agendo con molta cautela. Scopri se dovresti continuare. . .

Di Becky Upham, 3 ottobre 2019

7 consigli per viaggiare con malattie infiammatorie intestinali

Di Tina Aswani Omprakash, 30 agosto 2019

Il ritiro IBD lungo un fine settimana mi ha aiutato a possedere il mio Crohn

La blogger di Everyday Health Tina Aswani Omprakash descrive la sua esperienza in un ritiro di un fine settimana per donne che convivono con IBD.

Di Tina Aswani Omprakash, 23 agosto 2019 “

Thinkstock

Sembra che ovunque ci voltiamo sentiamo parlare di obesità. Le statistiche. I pericoli. L’effetto che ha su tutti gli ambiti della vita. Il sondaggio annuale Gallup-Healthways Well-Being Index pubblicato questa settimana, che tiene traccia dei dati di altezza e peso riportati dagli intervistati, ha rivelato che il tasso di obesità nazionale monitorato è salito al 27,7%, dal 25,5 nel 2008. Mississippi ha il più alto tasso di obesità al 35,2%, mentre le Hawaii sono l’unico stato in cui meno di 1 residente su 5 è obeso. E per la prima volta dal 2008, c’è stato un forte aumento del numero di americani obesi dai 65 anni in su.

Sappiamo che l’aumento di peso – in particolare l’aumento di peso eccessivo – è negativo, ma quando sei circondato da buffet all-you-can-eat e comunità non progettate per camminare, c’è qualche speranza di vincere la battaglia del rigonfiamento? La risposta è un sonoro sì, e il primo passo è sapere cos’è l’obesità e come influisce su tutti noi.

Obesità: che cos’è?

Negli ultimi 25 anni, i tassi di obesità sono aumentati costantemente. Mentre il Gallup-Healthways Well-Being Index rileva che il 27,7% degli americani è obeso, i Centers for Disease Control (CDC) stimano che quasi il 35% degli adulti e il 18-21% dei bambini siano obesi.

In parole povere, l’obesità trasporta abbastanza grasso corporeo da mettere un individuo a rischio per una varietà di disturbi tra cui diabete, ipertensione, malattie cardiovascolari, ictus, malattie polmonari, disturbi riproduttivi, artrosi e cancro, tra gli altri. “In breve, l’obesità può influenzare il funzionamento di tutti i principali sistemi di organi del corpo”, afferma Jennifer Nasser, RD, PhD, assistente professore nel dipartimento di biologia presso la Drexel University di Philadelphia.

L’obesità è in genere determinata calcolando l’indice di massa corporea (BMI) di un individuo utilizzando una formula che include la sua altezza e il suo peso. Per un adulto, un numero di 25 o più rientra nella categoria del sovrappeso, mentre un valore di 30 o più è considerato obeso.

Tuttavia, questa formula non è adatta a bambini e adolescenti. “L’IMC per bambini e adolescenti è specifico per età e sesso perché la quantità di grasso corporeo cambia con l’età e la crescita e differisce tra ragazzi e ragazze”, afferma Rose Clifford, RD, dietista clinica nel dipartimento dei servizi di farmacia presso il Washington Hospital Center a Washington, DC Il CDC offre un calcolatore BMI accurato per i minori di 20 anni con il loro calcolatore BMI per bambini e adolescenti.

Obesità: cosa lo causa?

Una varietà di fattori stanno convergendo per causare l’attuale epidemia di obesità. “Sempre più persone stanno diventando obese a causa degli alimenti disponibili e poco costosi”, afferma Caroline M. Apovian, MD, direttrice del Center for Nutrition and Weight Management presso il Boston Medical Center. “Stiamo mangiando 200 calorie in più al giorno rispetto a 50 anni fa. “

La tecnologia ha reso la nostra vita più facile, ma anche più sedentaria, poiché guidiamo invece di camminare ed e-mail invece di vagare vicino alla scrivania di un collega. Anche l’ambiente può farci aggiungere chili in più. “L’aumento di peso deriva dall’interazione tra i geni e l’ambiente”, afferma Linda Bacon, PhD, nutrizionista associato presso l’Università della California, Davis. “Le condizioni ambientali stanno cambiando e i geni di alcune persone le rendono suscettibili di aumentare di peso nelle attuali condizioni ambientali. “Bacon dice che questi includono un aumento delle tossine nell’ambiente, alcune delle quali causano cambiamenti negli ormoni che ci portano a immagazzinare il grasso e cambiamenti nelle nostre abitudini alimentari – alcuni dei nutrienti più comuni oggi non attivano i nostri meccanismi interni di regolazione del peso in quanto prontamente come fanno i cibi della natura.

Obesità: quali sono i suoi effetti?

Oltre ai pericoli per la salute, l’obesità può causare difficoltà economiche ed effetti psicologici tra cui depressione e problemi di autostima. Forse la cosa peggiore è la discriminazione subita da coloro che sono obesi. “La discriminazione nei confronti delle persone più grandi ora supera quella basata sulla razza e sul sesso”, afferma Bacon.

E gli effetti non si fermano qui. Il Gallup-Healthways Well-Being Index ha anche chiesto agli intervistati di valutare il loro benessere generale. L’indagine definisce il benessere attraverso cinque aree chiave: scopo (apprezzare quello che fai ogni giorno), sociale (relazioni), finanziario, comunitario (apprezzare dove vivi) e fisico (avere una buona salute ed energia per fare le cose). Il sondaggio ha rilevato che gli americani obesi hanno maggiori probabilità di soffrire in queste aree chiave rispetto a quelli che non sono obesi.

Sebbene l’obesità possa essere influenzata dalla genetica e dall’ambiente, c’è ancora molto che puoi fare per combatterla. Fissa un appuntamento con il tuo medico per discutere le opzioni di trattamento e dimagrimento più adatte a te. Rimani attivo programmando l’esercizio nella tua routine ed evita di dedicare troppo tempo ad attività sedentarie come guardare la TV. E fai scelte dietetiche sane, con porzioni corrette e almeno cinque porzioni di frutta e verdura al giorno.

Iscriviti alla nostra newsletter su dieta e nutrizione!

Le ultime novità nella dieta Nutrizione

7 consigli per rendere le tue abitudini alimentari più sostenibili

Costruendo un piatto più sano che si concentri meno sulla carne rossa e più sulle piante, puoi aiutare a ridurre la tua impronta di carbonio.

Di Hilary Macht, 30 aprile 2021

La dieta HMR: recensioni del piano di gestione del peso, costi, alimenti e altro

Di Jessica Migala, 20 aprile 2021

Quali sono i vantaggi dell’olio di pesce per la memoria?

Mangiare una dieta ricca di pesce fa bene al cervello e preserva le funzioni cognitive a lungo termine. Se gli integratori possono fornire lo stesso beneficio è molto. . .

Di Jessica Migala, 19 aprile 2021

5 vantaggi degli integratori di vitamina C.

La vitamina C può essere trovata in un sacco di alimenti, ma l’integrazione con dosi maggiori di vitamina offre ulteriori vantaggi.

Di Moira Lawler, 5 aprile 2021

7 potenziali vantaggi dell’aggiunta di aglio a ricette e pasti

L’aglio non è ottimo solo per esaltare il sapore dei tuoi piatti preferiti, ma può anche far bene alla salute.

Di Jessica Migala, 1 aprile 2021

10 modi creativi per cucinare con la quinoa

La quinoa gioca spesso il ruolo di supercibo per i piatti principali sani, ma questo seme può fare molto di più. Per l’ispirazione, non guardare oltre. . .

Di Erin Palinski-Wade, RD, CDCES, 31 marzo 2021

12 potenziali segnali che stai mangiando troppo zucchero

Il mal di stomaco, l’irritabilità e la lentezza sono tutti possibili avvertimenti che stai esagerando con le cose dolci.

Di Julie Revelant, 30 marzo 2021

10 giri più sani sul classico panino al formaggio grigliato

Che tu ci creda o no, puoi trasformare questo comfort food tipicamente indulgente in un pranzo o una cena salutare, senza sacrificare quel sapore ricco e di formaggio. Questi. . .

Di Lauren Bedosky, 29 marzo 2021

10 zuppe ricche di proteine ​​per mantenerti soddisfatto

Ci sono molti benefici per la salute nell’incorporare proteine ​​nelle zuppe: ecco 10 ricette nutrienti per iniziare.

Di Lauren Bedosky, 19 marzo 2021

Altre prove che un uovo al giorno potrebbe non tenere lontano il dottore

Un nuovo studio suggerisce che le uova non fanno bene quando si tratta di promuovere la longevità, ma i risultati non sono così semplici.

Di Lisa Rapaport, 16 marzo 2021 “

Team Brooke: l’autrice (all’estrema destra) e (da sinistra) sua zia Amy, mamma e sorella Peyton a una raccolta fondi di Take Steps per la Crohn’s and Colitis Foundation. Foto per gentile concessione di Brooke Bogdan

Quando mi è stata diagnosticata la colite ulcerosa (CU) nel 2012, ho sentito che la mia vita sarebbe cambiata drasticamente, e non solo a causa del lavoro quotidiano di gestione dei miei sintomi. I miei sentimenti sono stati confermati quando sono stata ricoverata per la mia prima lunga degenza ospedaliera, durante la quale ho saputo di avere la pancolite, una forma di colite ulcerosa che colpisce l’intero intestino crasso, o intestino. Durante la mia settimana in ospedale, ho fatto ricerche su riviste mediche e blog di altre persone con CU, per saperne di più sulla malattia dal punto di vista di un paziente.

Quando sono tornato a casa, ho ordinato dei libri da Amazon (Patient Heal Thyself, Three Tablets Twice Daily) e ho interrogato il mio medico di base. Dopo essermi ulteriormente istruito tramite siti web come quello della Crohn’s and Colitis Foundation https://harmoniqhealth.com/it/potencialex/ (CCFA), mi sono reso conto che la mia crisi di colite aveva acceso il desiderio di diffondere la consapevolezza.

Ho la fortuna di avere gli amici e la famiglia più straordinari, che erano tutti lì per ogni ricovero in ospedale, infusione, test e scopo. Mio padre si è assicurato che avessi tutti i farmaci e le provviste di cui avevo bisogno. Mia madre mi accompagnava ad ogni appuntamento dal dottore e passava il tempo nella mia stanza d’ospedale a guardare Ellen e la sua soap opera preferita con me. Mia sorella Madelyn mi teneva la mano nei giorni più dolorosi e mi faceva ridere, mentre Peyton, la mia sorella più giovane, mi faceva compagnia in ospedale e mi aiutava ad asciugarmi e spazzolarmi i capelli. Sia Madelyn che Peyton sono sempre stati lì per il tipo di supporto che puoi ottenere solo dalle sorelle. Anche tutte le mie migliori amiche mi hanno tenuto alto il morale.

Circa un mese dopo la diagnosi, la responsabilità di avere una malattia cronica e poco conosciuta mi ha colpito duramente. Assicurarmi che il mio farmaco fosse ricaricato, che lo stavo prendendo alla stessa ora ogni giorno, programmando appuntamenti regolari dal medico, guidando in ospedale per le mie infusioni – questo era molto da gestire. Ma ho anche sentito un forte bisogno di auto-informarmi, educare, diffondere la consapevolezza scrivendo, partecipare a raccolte di fondi ed essere vocale e aperto sui canali dei social media e sul mio blog, Fierce e Flared.

Poiché la mia famiglia e i miei amici erano così strettamente coinvolti nel mio viaggio con la colite ulcerosa, il loro desiderio di difendere era tenace. Le mie zie, zii e nonni sono stati coinvolti in ogni modo possibile, anche se ciò significava semplicemente donare denaro o informare la loro cerchia di amici e colleghi sull’UC.

CORRELATI: 8 cose che non dovresti dire a qualcuno che ha la colite ulcerosa

Parlando durante i giorni più malati

Alla fine è diventato impossibile convivere con la mia UC. Circa due anni dopo la diagnosi, nel 2013 e 2014, ho subito un intervento chirurgico di anastomosi sacca ileale-anale (IPAA), una serie di tre operazioni che hanno comportato la rimozione completa del mio colon e del retto e la costruzione di una sacca a J.

Durante i miei giorni più malati ho sentito ancora più ambizione di difendere, anche se ciò significava semplicemente inviare un tweet su come mi sentivo o parole di incoraggiamento a un altro paziente di UC.

Tre mesi dopo il mio primo intervento chirurgico della serie IPAA, la sezione centrale dell’Ohio della Crohn’s and Colitis Foundation mi ha chiesto di parlare alla loro raccolta fondi autunnale annuale.